Un Museo a cielo aperto per Palazzolo Acreide e il suo territorio

Corrado Allegra – Le Concerie di c.da Fontanasecca (parte I)

palazzolo acreide concerie fontanasecca google maps
Contrada Fontanasecca (Immagine tratta da Google Maps)

LEGENDA

A Ambiente con subsellio (forse un edificio sacro)
C Conceria
D Discarica
F Fornace
G Grotta
T Tomba ad arcosolio
V1 Vasca con acqua sorgiva
V2 Vasca o Cisterna
V3 Vasca o Cisterna

Nella contrada Fontanasecca, alla periferia di Palazzolo Acreide, nelle adiacenze del Largo Palazzolesi d’Australia, e precisamente nella zona sottostante il Viadotto di Cava Gancoro (comunemente noto come Cangoro), esiste un complesso di grotte scavate nella viva roccia, adibite a Concerie, di varie forme e di varie dimensioni, con vasche circolari, quadrate e rettangolari, per un totale di undici ambienti finora individuati, talvolta pertusati e comunicanti internamente tra di loro.

Un sistema di canalizzazione interna permetteva il fluire dell’acqua nelle varie vasche e lo scarico fuori della conceria.

Un sistema di canalizzazione esterna, incassata tra la roccia all’aperto, lungo tutto il costone soprastante, convogliava le acque o direttamente nelle concerie o in recipienti rettangolari e rotondi scavati nella roccia. Ai piedi del costone, in prossimità delle concerie collocate sul versante occidentale, era presente un canale, le cui acque provenivano, secondo una tradizione orale, dal pozzo della Chiesa di S. Paolo.

Agl’inizi degli anni 1980, la maggior parte delle concerie era interrata e il loro ingresso era parzialmente ostruito dalla vegetazione incolta o dal materiale vario di una discarica soprattutto lungo il versante orientale in occasione della costruzione del Viadotto Gancoro.

Nel 1986 l’ingresso della conceria n. 8 fu totalmente ostruito dalla frana di questo materiale.

Non furono riscontrati particolari segni lungo le pareti interne delle concerie; solo nella parete di fondo della conceria n. 2 riscontrai a mo’ di graffito, forse in epoca recente, un probabile disco solare.

Da notizie apprese dai contadini anziani che lavoravano i campi del circondario non ebbi alcun cenno di un utilizzo delle concerie a memoria d’uomo. Già alla fine del 1800 se ne era perso il ricordo e anche la denominazione, se il luogo di queste concerie veniva genericamente indicato Grotte.

La conceria n. 7 fu utilizzata come stalla e subì delle ristrutturazioni interne con l’abbattimento di alcune vasche e la costruzione di muri per separare gli ambienti e di mangiatoie.

Lungo la parete di fondo della conceria n. 11 si notavano attacchi di ampliamento; mentre la grotta conceria n. 12 fu iniziata e subito dopo abbandonata, infatti erano presenti solo attacchi di scavo per ricavare un presunto impianto.

Nelle adiacenze si notava un altro attacco di scavo, anch’esso subito dopo abbandonato.

Queste concerie si trovano ubicate nelle immediate vicinanze del cosiddetto antico quartiere arabo di Palazzolo Acreide, oggi non esistente, attestato dalla rara presenza di ceramica araba di superficie, dalle poche tracce di abitazioni che in parte, per non dire totalmente, sono state cancellate dagli edifici di nuova costruzione, e dalla presenza della strada pubblica denominata A Ruga di lu Puzzu, che dal quartiere della SS.ma Annunziata portava proprio in direzione di questa contrada e quindi alle concerie.

Incerta è la loro origine, alcune grotte furono sicuramente scavate in un periodo antico e tracce di insediamenti umani risalenti all’età ellenistica furono individuate nella zona adiacente, a poche centinaia di metri, nel 1982 nel terreno dove sorse il complesso edilizio cosiddetto La Scintilla e successivamente lungo i due lati della Via Tagliamento, tracciata sull’antico asse viario della Ruga di lu Puzzu, per non trascurare che una grotta di questa contrada conserva tracce evidenti di tombe ad arcosolio.

Lungo il costone occidentale che delimita la contrada Fontanasecca, localizzai: a) un edificio rettangolare con subsellio (forse un edificio sacro), b) n. 4 fornaci scavate nella roccia, di cui una con annesso ambiente rettangolare anch’esso scavato nella roccia, di altre due fornaci si hanno solo notizie orali della loro esistenza, c) altre grotte di varie dimensioni.

Contrada Costa Fontanasecca agli inizi degli anni 1980
Contrada Costa Fontanasecca agli inizi degli anni 1980 (PHOTO: Corrado Allegra)
Contrada-Costa-Fontanasecca-agli-inizi-degli-anni-1980-001
Contrada Costa Fontanasecca agli inizi degli anni 1980 (PHOTO: Corrado Allegra)
Contrada-Costa-Fontanasecca-agli-inizi-degli-anni-1980-002
Contrada Costa Fontanasecca (PHOTO: Corrado Allegra)
Contrada Costa Fontanasecca dopo il completamento del Largo Palazzolesi d’Australia
Contrada Costa Fontanasecca dopo il completamento del Largo Palazzolesi d’Australia (PHOTO: Corrado Allegra)
Attrezzi fotografati in contrada Fontanasecca agli inizi degli anni 1980
Attrezzi fotografati in contrada Fontanasecca agli inizi degli anni 1980 (PHOTO: Corrado Allegra)

La Conceria n° 1

conceria_n_1 ingresso
Conceria n°1 – L’ingresso (PHOTO: Corrado Allegra)
conceria-numero-1-interno
Conceria n°1 – Interno (PHOTO: Corrado Allegra)

Continua nella parte II

Tratto da:

Corrado Allegra: Gli Impianti Industriali di Palazzolo Acreide e di Alcune Contrade del Territorio Ibleo. Aprile 2020

Ringraziamo il Prof. Corrado Allegra per la massima disponibilità a condividere i suoi lavori

Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.


Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function WP_Optimize() in /home/mhd-01/www.ecomuseoacrense.org/htdocs/wp-content/plugins/wp-optimize/cache/file-based-page-cache-functions.php:165 Stack trace: #0 [internal function]: wpo_cache('<!DOCTYPE html>...', 9) #1 /home/mhd-01/www.ecomuseoacrense.org/htdocs/wp-includes/functions.php(4669): ob_end_flush() #2 /home/mhd-01/www.ecomuseoacrense.org/htdocs/wp-includes/class-wp-hook.php(287): wp_ob_end_flush_all('') #3 /home/mhd-01/www.ecomuseoacrense.org/htdocs/wp-includes/class-wp-hook.php(311): WP_Hook->apply_filters('', Array) #4 /home/mhd-01/www.ecomuseoacrense.org/htdocs/wp-includes/plugin.php(478): WP_Hook->do_action(Array) #5 /home/mhd-01/www.ecomuseoacrense.org/htdocs/wp-includes/load.php(1007): do_action('shutdown') #6 [internal function]: shutdown_action_hook() #7 {main} thrown in /home/mhd-01/www.ecomuseoacrense.org/htdocs/wp-content/plugins/wp-optimize/cache/file-based-page-cache-functions.php on line 165